Il fiuto del web

In Riflessioni
Qualche tempo fa, tornando da una riunione in Hello Bank!, con Alfredo vediamo una grande affissione di Crevit.it, reclamizzata come "La moneta complementare". Non sappiamo bene di cosa si tratti, quindi vado sul sito per dare un'occhiata e scopro che Crevit è una "unità di moneta non convertibile in denaro", viene utilizzata dagli iscritti al programma per vendere e acquistare i propri beni e servizi. La conversione è paritaria fra euro e crevit: 1 crevit = 1 euro.  Quello che mi chiedo, innanzitutto, è dove sia il vantaggio dello scambiarsi beni e servizi attraverso una moneta che vale un euro, quando si potrebbero usare direttamente gli euro, o direttamente un baratto senza scambio di monete, reali o alternative che siano. Ma forse non ho abbastanza conoscenze finanziarie per capirlo, mi dico. La cosa che più mi fa riflettere, però, è che sia strano che un qualcosa di definito così straordinario e rivoluzionario sul sito, con tanto di citazioni altolocate, non sia stato per nulla commentato e discusso in Rete. A parte la pubblicità tradizionale, non ho letto nessuna discussione entusiasta nei vari gruppi Facebook e LinkedIn, né partiolari conversazioni su Twitter a riguardo. Possibile che ci sia una rivoluzione monetaria in corso sul web, e il web non ne parli? Arriviamo ad oggi, e i giornali iniziano a parlare di Crevit, ma non in maniera così entusiasta: il Corriere, ad esempio, mette in luce come il credito maturato sulla piattaforma non sia esigibile in Euro (da parte dell'utente) ma il debito invece sì (da parte dell'azienda). Insomma sorgono dubbi su questa holding nata in Cina tre mesi fa, e la riflessione finale è che probabilmente il web è stato il primo "termometro" della situazione, ennesimo esempio di quanto le opinioni (spontanee) degli utenti sul web possano avere valore anche maggiore degli investimenti in comunicazione tradizionale. La prossima volta che pensate di attivare un servizio o acquistare un prodotto pubblicizzato in TV, sui giornali o per strada, verificare se e come se ne parla in Rete può essere un'ottima idea.

Share and Enjoy