Tiriamo le somme

In Clienti, Web Marketing
Ok, l'anno è praticamente concluso ed è ora di tirare le somme del nostro operato. Nel 2013 è cresciuta notevolmente la nostra esperienza nella pianificazione web ads: è stato un susseguirsi di telefonate e incontri per concordare il CPM o il CPV migliore, di prenotazione di spazi, di riduzioni di budget, di cambiamenti dell'ultimo minuto e di report. Oggi forniamo qualche dato che ci permette di capire se siamo stati bravi o meno. Uno degli indicatori maggiori delle performance di campagna è il CTR (click-through rate), ci dice quale formato o website è stato il migliore e se le nostre scelte sono state buone. Ma non dobbiamo sottovalutare l'importanza del CPC (cost per click): indice che è inversamente proporzionale al CTR, infatti più persone cliccano sul formato più ogni click ci costa di meno. La diminuzione del CPC però è data da due fattori: aumento del numero dei click e diminuzione dell'investimento su quello stesso formato o website, a parità delle altre condizioni. Abbiamo fatto una valutazione del lavoro svolto per un'importante casa di distribuzione cinematografica italiana e abbiamo confrontato il risultato complessivo con quello del 2012. A onor del vero dobbiamo precisare che nel 2012 abbiamo gestito la pianificazione di circa il 30% dei titoli usciti in sala, mentre nel 2013 il 100% dei titoli su cui è stata previsto un investimento sul web. Nel 2013 il CPC è diminuito del 23%, prova del fatto che sono sì aumentati i click, ma anche che le politiche commerciali adottate hanno portato buoni frutti. Inoltre il CTR è aumentato di ben 106 punti percentuali e se confrontiamo la media di campagna (1,94%) con la media del CTR in Italia (0,10%) possiamo essere più che soddisfatti del lavoro svolto. Se confrontiamo la media CTR 2013 per formato con quella del 2012 possiamo notare che la differenza è minima.Questo ci dimostra che anche se le performance dei formati rimangono sostanzialmente le stesse, le diverse scelte che facciamo per ogni campagna possono far mutare notevolmente il risultato complessivo. La giusta combinazione tra box, leaderboard, masthead o videoseeding , ma anche di websites differenti che ci portano al nostro target, determina il successo o il fallimento di una campagna. Noi abbiamo fatto delle scelte e queste hanno portato a importanti risultati. Adesso ci godiamo gli obiettivi raggiunti e ci prepariamo al 2014.

Share and Enjoy