Giochi Social(i)

In Campagne, Social Media
L'United Nation Foundation è un'associazione legata alle Nazioni Unite e si occupa di mettere in contatto l'organizzazione con i suoi supporter, attuali o potenziali, in giro per il mondo. Oggi ne parlo perché recentemente l'UNF ha lanciato un'iniziativa davvero interessante. Si tratta del Global Good Challenge, una sorta di grande gioco online che si prefigge di sensibilizzare i più giovani verso temi come la fame, la povertà e la violenza con un tipo di comunicazione affine al target. E quale meccanismo migliore della gamification, per coinvolgere giovani e giovanissimi? Una volta collegatisi alla piattaforma tramite login Facebook, si ha infatti la possibilità di partecipare a una serie di giochi che vanno dalla risposta a quiz alla condivisione di contenuti sui propri profili social, il tutto ovviamente correlato ai temi che l'UNF vuole diffondere presso le generazioni più giovani. La parte forse più interessante è che attraverso queste attività/giochi si vincono dei ticket che valgono poi per l'estrazione di una serie di premi assolutamente in linea con il target: si va dai pass per un concerto di Lady Gaga ai biglietti per gli MTV Music Awards, fino alla possibilità di assistere a una gara di Nascar da vivere insieme a uno dei team partecipanti. Trovo molto interessante l'approccio degli ideatori del progetto (non a caso, tutti under 40). Solitamente su temi sociali così forti si punta su di una comunicazione che responsabilizzi il destinatario, spingendolo ad agire per l'evidente bontà della causa, ricevendo in cambio al massimo un piccolo oggetto simbolico. In questo caso invece il progetto è totalmente tarato sulla gamification e sui premi appetibili per i giovani partecipanti, che vedono quindi la partecipazione sociale e la diffusione di tali temi come la chiave per ottenere premi appetibili, più che come fine ultimo dell'iniziativa. Certo, questo apre anche un altro tema di discussione: tale approccio potrà certamente avere successo, ma è giusto che i giovani si avvicinino a temi così delicati e importanti solo perchè sperano di vincere un pass per il backstage di Lady Gaga, e non per una vera e propria consapevolezza? Il fine giustifica i mezzi, o si rischia di veicolare un messaggio sbagliato, con la conseguenza che molti si potrebbero disinteressare dei problemi in questione non appena terminerà il concorso? Il dibattito è aperto.  

Share and Enjoy