Cinemarketing

In Riflessioni
Lo scorso mese mi hanno incuriosito due iniziative di marketing, entrambe legate al cinema, e dall'esito opposto. La prima vede come protagonista un piccolo negozio di noleggio DVD di Los Angeles, la seconda invece riguarda una delle saghe cinematografiche più longeve e di successo nella storia del cinema. La cosa divertente è che, contrariamente a quanto sarebbe lecito aspettarsi, il proprietario del piccolo negozio si è dimostrato molto più scaltro degli autori della strategia di marketing relativa al secondo caso. Ma andiamo con ordine. Il proprietario di Old Bank, negozio di vendita e noleggio DVD nel centro di Los Angeles, cercava da mesi di rintracciare Nicolas Cage. L’attore aveva infatti preso a noleggio È nata una stella e Re per una notte, senza mai restituirli e maturando un debito col negozio di 224 dollari. Vista l’impossibilità di rintracciarlo attraverso mail o telefono, il negoziante ha scritto direttamente sulla pagina Facebook di Nicolas Cage: "Se a qualcuno del quartiere dovesse capitare di imbattersi in Nicolas, lo preghiamo gentilmente di ricordargli che deve restituire i nostri DVD noleggiati qualche mese fa". I media hanno notato e rilanciato la notizia, che è giunta finalmente all’attenzione di Cage, il quale ha prontamente restituito i DVD, saldando il debito. Ed ecco che arriva l’iniziativa di marketing: da quella settimana, Old Bank ha offerto ai suoi clienti un noleggio gratuito per un film con Nicolas Cage. Il negozio ha quindi trasformato un potenziale danno economico in un’occasione di visibilità e auto-promozione. Il secondo  caso riguarda invece la saga di 007. Nel nuovo film Skyfall infatti l’agente segreto sostituisce per la prima volta il proverbiale Martini “agitato, non mescolato” con il quale ha sempre concluso le sue missioni con una Heineken. La decisione è ovviamente dovuta a un’operazione commerciale fra il marchio olandese e la casa di produzione, che hanno stipulato un accordo della durata di 15 anni per un investimento di 60 milioni solo per il film Skyfall. Ma questa scelta potrebbe rivelarsi un clamoroso autogol: i fan sono infatti già in rivolta e minacciano di disertare in massa le proiezioni del film, in uscita il prossimo 31 ottobre. La riflessione finale rispetto a queste due storie è che spesso l’idea conta più del budget: si può trovare uno spunto geniale e avere risultati positivi addirittura partendo da un debito di qualche centinaio di dollari, e combinare un – potenziale – disastro con un budget di decine di milioni.

Share and Enjoy