Io, Gianni e la B1

In Social Media
  • Scusa, ma secondo te Amemanno ha bisogno di fake? Hai fatto un analisi seria e attenta per poi cadere in una banalizzazione deludente.
    Non ti sei accorto di profili senza adesioni che attaccano con insulti il sindaco? Io non mi sogno di pensare che sia una strategia del nemico, suvvia.
    Rispetto alle piattaforme NoixRoma e Rete Attiva come potrai verificare sono associazioni di cittadini vere fatte di persone che agiscono sul territorio non valgono perché sostengono il sindaco? Di certo non sono piattaforme finte costruite per l’occasione.
    Basta balle è un sito che è nato con una mission specifica e la riconducibilita al sindaco è esplicita e diretta come per Governo Alemanno o Pdl Roma.
    Quando si moltiplicano le voci lo si fa con trasparente evidenza.
    Di certo restano i risultati che non possono essere negati che non hanno segreti ma solo impegno personalità e lavoro nello sforzo verso una relazione con la rete che non è facile per nessuno.
    Ciao

    • Davide

      Beh la mia conclusione è proprio che si stia lavorando bene.
      Sulle piattaforme, non ho detto che sono fake, ma solo prossime al sindaco (su questo mi darai ragione..), e, chiaramente, non c’è nulla di male.
      Insomma alla fine si alimenta un dibattito che ha il suo interesse senza dubbio, anche per chi la pensa diversamente (come io stesso).
      Infine sui fake: è una mia interpretazione, e non voglio certo dire che siano tutti fake. Però in qualche caso il dubbio viene. Profili fake contro il sindaco non ne ho visti, ma se me li segnali li guardo volentieri, forse la squadra di Zingaretti è più smaliziata di quello che sembra? ;-)

  • Non ho fatto studi specifici su questo “grande comunicatore” e, dunque, prendo per buono questo tuo lavoro, Davide.
    Ritengo, comunque, che la rete non funziona come rilancio di immagine ma come strumento d’organizzazione politica effettiva. Usarla come vetrina dei consensi è paragonabile, a mio modesto parere, all’uso di una Ferrari per muoversi in una pista ciclabile.
    La destra romana ha grossi problemi ed Alemanno fa di tutto per smarcarsi dal quadro nazionale che tanto lo favorì nel recente passato.
    Non sarà twitter a liberarlo dai tanti guasti arrecati al paese…

  • Alessandro

    Non sono tanto d’accordo con l’ultimo commento. L’analisi di Davide secondo me cerca, per quanto possibile, di rimanere avulsa dall’attività politica di Alemanno, a mio avviso giustamente. Fare altrimenti sarebbe come analizzare le attività dell’Area Comunicazione di una squadra di Serie A giudicandola in base ai risultati sul campo dei giocatori: che senso avrebbe?
    Che le politiche di Alemanno siano state fallimentari in questi anni è un assunto sotto gli occhi di tutti, ma questo non credo impedisca di apprezzare una specifica attività di comunicazione, che fra l’altro probabilmente non è seguita – se non in casi sporadici – direttamente dal sindaco di Roma.