Siamo ciò che cerchiamo ’11

In Riflessioni
Sport, tormentone estivo e cronaca nera. Lo stereotipo dell'italiano medio è rispettato in pieno dall'analisi annuale di Google. Lo Zeitgeist 2011, personalmente, non mostra un cambiamento culturale ma certo ciò non dipende dall'intelligenza collettiva, che invece sta rivoluzionando l'intera "struttura" informativa. Un adeguamento alla velocità/accessibilità del mezzo, che apporta una ricchezza di dettagli e conoscenza fino a qualche anno fa inaccessibile a molti. La provocazione dello scorso anno, osannata quanto denigrata, offre oggi un nuovo piano di lettura differente della quotidianità. Un medium che nell'essere collettivo diventa l'amplificatore della pop culture, ma assurge a voce narrante di tutto ciò che sarebbe passato in sordina e/o censurato. L'intelligenza collettiva genera l'informazione collettiva, il sapere collettivo, con tutti i suoi pro e i suoi contro. Siamo ciò che cerchiamo, ma soprattutto ciò che creiamo.

Share and Enjoy