Le vacanze (degli altri, per ora)

In Life in
Le vacanze (degli altri, per ora) sono spesso un viaggio nel tempo. Tre, cinque, dieci anni indietro e, in assenza di Lucia, Matteo, Giada, ci ritroviamo, uno di fronte all’altro, io e Agostino, a pensare una creatività. Cosa che non era in progress ma - nulla ci possiamo fare - il progress è così. Aperto per definizione. Anche quando pensavi di averlo chiuso. Telefona il cliente e chiede ad Alessia, visto che siete aperti, ve la sentite di fare un campagna per domani? Vuoi dirgli di no? No, appunto. Le vacanze (degli altri, per ora) sono spesso un balsamo per lo spirito. Tre, cinque, dieci anni, ti accorgi che sono passati, sì. Un capello bianco, qualche chilo di troppo, presbiopia questa conosciuta ma la testa funziona ancora. L’idea piace, ora tocca ad Albino prendersi il bravo dal cliente. Le vacanza (degli altri, per ora) saranno anche le mie. E di Alessia, Chiara, Francesco, Ignazio, Albino, Lorenzo, Daniela e Agostino. Tra un giorno e poco più. Il tempo di un altro paio di campagne.

Share and Enjoy

  • daniela

    un viaggio nel tempo. quando eravamo in pochi, quando l’ufficio era più silenzioso, ma anche più largo…
    l’unica cosa invariata è la pausa gelato. si è evoluta, o forse, raffinata -per chi ci crede- passando dal cucciolone alla viennetta.