Le pagelle di Inter-Roma 3d

In Recensioni
Permettete? Un pensiero tridimensionale. La fluidità, la profondità e l'alta definizione delle immagini garantite dalla tecnologia in 3d, in real time, ha compiuto un'entrata in tackle deciso sulle gambe dell'Italia calcistica. Con tempismo perfetto. La finale della sessantaduesima edizione della TIM CUP (ex coppa Italia) infatti è stata proiettata in 3d nei the Space Cinema di 4 città italiane: Roma, Milano, Parma e Vicenza, come ripetevano continuamente i due telecronisti per caso Marco Picari e Giacomo Valenti. Da appassionato di calcio, e non da tifoso, mi sono offerto di accompagnare il sangiovannino Mattia Paiano a vedere la sua Inter, per offrirgli una spalla su cui piangere nel caso di sconfitta, e l'altra su cui vantarsi nel caso di vittoria. Stando a quanto dicono i numeri, l'esperienza 3d è stata un vero e proprio successone, facendo registrare il tutto esaurito in ognuna delle 8 sale del circuito theSpace. Personalmente sono rimasto abbastanza deluso. Il 3d ha dato del suo meglio prima e dopo le fasi di gioco, in cui invece l'effetto stereoscopico faceva perdere qualsiasi riferimento dimensionale in prossimità delle rispettive aree di rigore. Questo in realtà è un difetto che si ha anche quando si guarda un film 3d, solo risulta meno evidente in quanto la nostra attenzione è sempre rivolta in un punto della scena che è pressappoco centrale. Quando invece, come in una partita di calcio, gli occhi schizzano da destra a sinistra, si perde la visuale 3d, perdendo la profondità a favore di uno schiacciamento del piano laterale dell'immagine. In compenso il calcio di Totti a Balotelli lo abbiamo visto comunque benissimo, meno bene si è visto invece il gol di Milito, anche se Mattia dice di averlo sentito benissimo, così come il calcio di un tifoso romanista alla sua poltrona durante l'apice dell'esaltazione interista. Tirando le somme (queste non fanno male a nessuno). Partita Inter-Roma: voto 4 (il calcio è tutta un'altra cosa, spero che prima o poi qualcuno lo spieghi anche a Mourinho). Partita Inter-Roma in 3d: voto 3, ma di incoraggiamento (tanto per essere coerenti).
fotosintesi della partita

Share and Enjoy

  • interessante… finora avevo letto solo comunicati stampa sui giornali cartacei che non raccontavano un tubo dell’esperienza… visto come sfarfalla con un film infatti avevo grossi dubbi sul calcio… e leggere la tua presa diretta è stata una bella conferma…. ma la domanda è: il 3D evolverà o comunque questo è e lo sfarfallio etc ce lo teniamo?

  • Vittorio

    Intanto grazie.
    Credo che certamente evolverà. Arriveremo a vedere un film senza aver bisogno degli occhiali 3d per godere dello stesso effetto. Ma certe esperienze non potranno essere migliorate, perché andare allo stadio, ad esempio, è già sufficientemente 3d :D

  • Francesco

    Sarà che sono legato alla vecchia visione del cinema, ma davvero questo media ha bisogno del 3D?