Comunicazione a concorso

In Campagne, News, Palinsestro, Recensioni, Web Marketing
Ultimamente sto notando come molte agenzie decidano di basare una parte, più o meno rilevante, delle proprie strategie di comunicazione sulla promozione di concorsi a premi. Viviamo in una fase in cui il telespettatore, radioascoltatore, e poi l'internauta si sente evidentemente in credito nei confronti della pubblicità. Dopo anni e anni di tedioso  interruption marketing che ha portato i consumatori ai massimi livelli di esasperazione, ci troviamo in una fase in cui chi vende sembra quasi voler  "comprare"  il suo diritto a comunicare. Nelle forme più ampie, articolate e creative, si cerca di ripagare l'utente del tempo che dedica alla fruizione del messaggio. E' come se un mendicante chiedesse ai passanti: "se le do dieci centesimi, lei mi da un euro?" Sembra paradossale, ma in realtà è solo commercio. Molti quindi si avventurano nelle forme più sofisticate di concorso a premi. L'esempio che riporto ora è uno dei più interessanti in cui mi sono imbattuto nell'ultimo periodo. E' quello promosso dalla Ubisoft (nota casa produttrice e sviluppatrice di software, nella fattispecie videogame) per lanciare il titolo più importante e atteso dell'anno, Assassin's Creed 2.  Il sequel del primo fortunatissimo capitolo sulla setta degli Asssassini, sta conquistando la rete con una batteria davvero interessante di trailer molto suggestivi, che presentano le nuove ambientazioni del gioco (Venezia su tutte) e sottolineano come la Ubisoft si sia impegnata a superare tutti i punti deboli del primo capitolo. Obiettivo di comunicazione primario è stato infatti assicurare agli utenti che i problemi di ripetitività, IA, e fluidità riscrontrati nel primo episodio sono stati tutti elegantemente superati. Assodato questo parlo del concorso, che mi ha colpito subito per semplicità e per una natura virale estremamente agile ed acuta. L'utente che arriva sulla homepage del gioco può iscriversi, in pochi semplici passi, alla community e newsletter della Ubisoft (obiettivo di marketing: recuperare contatti). Una volta effettuato l'accesso alla community basta scaricare un widget che può essere condiviso su tutti i più importanti social network della rete. Una volta aggiunto il widget al proprio profilo si è iscritti al concorso. Ed ecco attivato il meccanismo virale (obiettivo di comunicazione: diffondere il messaggio). Ogni iscritto garantisce così al widget del concorso uno spazio/visibilità sul proprio profilo. Da esso si è linkati automaticamente al sito della Ubisoft. In pratica è un banner a tutti gli effetti. Un modo semplice, intelligente, e a basso costo per stimolare il world of mouth.

Share and Enjoy